A Roma non sono i balconi a far paura ma i cupi palazzi

Attenti a non ridurre la figura del premier, che pure è persona intelligente e preparata, a una sorta di marionetta, perché quando il leader diventa una marionetta è il governo stesso ad apparire un teatro dei burattini

***

Tutti i giorni 4,021 miliardi di individui si confrontano, o addirittura litigano, su quei balconi virtuali messi a loro disposizione da Internet. Eppure, nonostante questa lievitante linea di tendenza, molti politici si sono stracciati le vesti quando Di Maio e i ministri grillini si sono affacciati al balcone di Palazzo Chigi lo scorso 27 settembre dopo che era stato stilato il Documento di programmazione finanziaria, meglio noto come Def. «Populista, Inqualificabile, fascistoide, inquietante ricerca del contatto diretto col popolo», questi sono stati i principali giudizi espressi dalle opposizioni sulla performance di Luigi Di Maio. E ciò mentre, con poca verecondia, l’ex ministro del Pd Carlo Calenda e il presidente di Confindustria Boccia baccagliavano come due vajasse napoletane sui balconi virtuali di Twitter.

Intanto saremmo preliminarmente curiosi di capire perché in democrazia il contatto diretto di un leader col popolo è da considerarsi inquietante visto che tutte le democrazie elettive, in quanto tali, sono popolari. Peraltro neppure la pensata di questo governo di voler mantenere il rapporto deficit – Pil al 2,4% la troviamo così sconvolgente, visto che quando governavano coloro che oggi si dicono costernati, questi erano i numeri del suddetto rapporto: 5,3% nel 2009 – 4,2% nel 2010 – 3,7% nel 2011 – 2,9% nel 2012 – 2,9% nel 2013 – 3% nel 2014 – 2,6% nel 2015 – 2,5% nel 2016 – 2,1% nel 2017. Anzi, Renzi nel 2017 propugnava addirittura un patto con Bruxelles per stare intorno al 2,9% per almeno cinque anni. Senza che i predecessori di Mattarella ed egli stesso si preoccupassero minimamente degli “equilibri di bilancio”. Eppure la matematica non è un’opinione…

FB - Foto Voce di Napoli
Fb – Foto Voce di Napoli

E v’è, infine, un particolare che non trascureremmo: la politica finanziaria dei precedenti governi non ha mai messo denaro in circolazione perché tesa principalmente al taglio del costo dei servizi ed al salvamento delle banche, mentre ora sono potenzialmente disponibili trenta miliardi di euro da far circolare per acquisti e spese varie. Ebbene, vogliamo provare ad immaginare i proventi che deriverebbero alle casse dello Stato dalla tassazione diretta e/o indiretta di acquisti per oltre trenta miliardi di euro, in sottrazione peraltro da quel debito pubblico dal quale una parte di quei miliardi sarà virtualmente “prelevata”?

Ma allora perché è stata inopportuna, puerile ed anche prevaricante la sceneggiata di Di Maio dal balcone? Intanto perché l’annuncio lo doveva dare il capo del governo e non lui, e poi perché il testo del Def deve essere ancora spurgato e sistemato e, in ogni caso, il reddito e la pensione di cittadinanza non saranno certo esigibili dalla prossima settimana come, invece, ha indotto a pensare la sua trionfalistica esibizione dal balcone.

E infine staremmo attenti a non ridurre la figura del premier, che pure è persona intelligente e preparata, ad una sorta di marionetta, perché quando il leader diventa una marionetta è il governo stesso ad apparire un teatro dei burattini.

Mentre scriviamo il web informa che la manifestazione organizzata dal Pd in piazza del Popolo contro il governo gialloverde è stata un mezzo flop per quanto riguarda le presenze, che erano state stimate in 500.000 e, nella realtà, sono state poco meno di 50.000. Che cosa dobbiamo dire se non «Ecco un altro balcone sulla folla apertosi intempestivamente». E sì, invece di pensare a concionare il popolo dal balcone-palco di piazza del Popolo, il Pd si sarebbe dovuto preoccupare di ricostruire prima il… Pd.

Facile no?

*Immagine di copertina: foto Flawless Milano

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...